Gnocchi di pane ricotta e spinaci

gnocchi di pane ricotta e spinaci

Ecco un' idea per recuperare il pane raffermo, ma che non sembri un povero piatto riciclato. Ho preso spunto dagli   "strangolapreti"   trentini e anche dai canederli che si fanno in Alto Adige. 
La differenza che sono più fini; per amalgamare tutto ho usato il robot con le lame,  il pane raffermo non si vede per niente   e quindi migliore è anche l'aspetto... Usare il robot ci permette di fare in fretta e meglio, quindi usiamolo tutte le volte che è possibile.
La ricotta gli da un tocco di morbidezza e gli spinaci danno colore, ma hanno anche un sapore speciale rispetto alle bietole.
 Meglio preparare la sera prima gli ingredienti principali, in modo di dare tempo al pane di ammorbidirsi e combinarsi con gli altri ingredienti.

Ingredienti per 4 persone

400 g di spinaci puliti
1 uovo + 1 tuorlo
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
100 g di ricotta
200 g circa di pane raffermo
1 dl di latte caldo

60 g circa di farina (da regolare in base alla consistenza)

Bagnate il pane con il latte caldo, aggiungete gli spinaci cotti scolati (non strizzati), la ricotta e 1 uovo, date una mescolata e mettete in frigorifero coperto.
Il giorno successivo mettete tutta la massa preparata nel robot e tritate o frullate bene. 
Trasferite tutto in una ciotola, aggiungete il rimanente tuorlo, la farina e il parmigiano. Mescolate amalgamando bene e lasciate riposare alcuni minuti.
Mettete a bollire una pentola con acqua salata, con un cucchiaio date la forma di gnocchetti e tuffateli nell'acqua uno ad uno. Quando verranno a galla, sono pronti per essere conditi: con burro fuso e formaggio o con pomodoro.

gnocchi di pane e spinaci


Nessun commento:

Posta un commento

Un blog senza commenti è come una torta senza zucchero... se ti va puoi addolcirlo con un pensiero, ma poiché sei passato di qui sono contenta lo stesso.

Instagram