Gnocchi di patate viola al burro e salvia

venerdì, marzo 02, 2012

gnocchi di patate vitellote

Le patate Vitelotte dal sapore e profumo di castagna oramai le conoscete.
Hanno questo bellissimo colore viola (per questo sembra abbiano importanti proprietà nutrizionali) che appaga la vista...
Questa volta ho voluto presentarle con il classico e semplice, ma sempre gradito: burro fuso e salvia.

Per 4 persone

500 g di Patate vitelotte
300 g di patate kennebec polpa bianca
1 uovo
150  - 200 g di farina

Per il condimento

burro
molta salvia
Parmigiano reggiano

Lessate le patate con la buccia.
Pelatele e schiacciatele con l'attrezzo per gnocchi.
Unite alla massa la farina e l'uovo
Lavorate velocemente l'impasto, realizzate dei lunghi cilindri (1cm di diametro) e tagliateli ricavando dei piccoli gnocchetti.
Fate bollire in abbondante  acqua gli gnocchi, sono pronti quando vengono a galla.

Prelevateli con una schiumarola, spargete abbondante parmigiano reggiano e  versate il burro fuso nella salvia.

You Might Also Like

7 commenti

  1. Sono davvero graziosi ed invitanti questi gnocchi viola. Peccato non aver mai visto le patate vitelotte in vendita da noi :-( mi sarebbe piaciuto provare a farli. Però se un giorno dovessi vederle, mi ci tuffo a falchetto!!! ;-)

    RispondiElimina
  2. Ieri, come per incantesimo, sul banco ortofrutta mi si è materializzata la visione delle patate viola! Ne ho preso un sacchetto al volo perché mi sono ricordata dei tuoi gnocchi :-)
    Sono tornata a vedere come li fai, e bene ho fatto perché non mi ricordavo che le vitelotte andassero mescolate alla patata bianca, evidentemente perché da sole non hanno una pasta adatta a fare gli gnocchi, giusto?
    Ti farò sapere come sono andati... buona giornata!

    RispondiElimina
  3. Ciao Concetta, spero di arrivare in tempo per dirti che mescolare le patate vitelotte con una patata bianca è stata una mia idea, solo per garantirmi una sicurezza di riuscita visto che le provavo per la prima volta....
    Questa patata è descritta farinosa e penso che puoi usarla anche da sola, così gli gnocchi ti verranno belli colorati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, sei arrivata in tempissimo! Sono in ufficio (però sshhtttt, tu non lo dire a nessuno! ;-D ) e quindi non farò gli gnocchi per oggi. Forse questo weekend, se non mi si mette niente di traverso.
      A questo punto approfitto per chiederti anche un altro paio di cose. La cottura delle patate: quando devo fare gli gnocchi, di solito le cuocio al vapore per far sì che non si idratino troppo e poi necessitino di troppa farina. Può andar bene anche nel caso delle vitelotte? E poi l'uovo: io di solito gli gnocchi li faccio senza, pensi che invece per la vitelotte sia consigliabile mettercelo?
      Grassie! :-)

      Elimina
    2. Sì penso che le patate puoi benissimo cuocerle a vapore....
      Affinché non assorbano troppa farina io le lascio raffreddare, non del tutto però...

      Se aggiugere l'uovo o menodirei: se gli ghnocchi li prepari per te stessa, puoi anche provare senza uova, diciamo fai da cavia e preparati un bel panino =))... sto scherzando ovviamente; se invece hai invitati metti il solo tuorlo.
      Ciao buona gnoccata :)

      Elimina
    3. Fatti e mangiati ieri! Che dire? Ottimi!!!
      Ho preparato il post, ma sta in lista d'attesa: non passerà sul blog prima di marzo.
      Ciao!

      Elimina
    4. Bene, post in attesa...
      Brava te che hai una lista di attesa; i miei progetti non vanno oltre al domani.

      Elimina

Un blog senza commenti è come una torta senza zucchero... se ti va puoi addolcirlo con un pensiero, ma poiché sei passato di qui sono contenta lo stesso.

Colazione da Jo. Powered by Blogger.

Like us on Facebook

Followers di Google+