Linguine alle finferle e porro

Linguine ai funghi

Cantharellus lutescens o cantarello giallo, in volgare finferla.
I libri di micologia lo definiscono “commestibile ottimo”, quindi fra i migliori funghi del bosco.
Fungo tipicamente autunnale, inconfondibile per il suo gambo dal colore giallo brillante, quasi arancione.
Parente del più famoso finferlo o gallinaccio, la finferla è molto ricercata e apprezzata per il suo sapore delicato e per il forte profumo di bosco, per questo ottimo come sugo per la pasta fatta in casa.

Per 4 persone

380 g di linguine
250 g - 300 g di finferle fresche
2 spicchi di aglio
un pezzetto di porro
prezzemolo tritato
olio extravergine di oliva
50 g di burro
formaggio di malga "Vezzena" stagionato, a scaglie

Pulite e lavate le finferle lasciandole intere.
Tagliate a rondelle il porro.
Prendete una padella larga con olio, grattugiate l'aglio e unite i porri.
Salateli e saltateli brevemente.
Aggiungete le finferle, salate e siccome espelleranno molta acqua fatele asciugare a fuoco vivo (non completamente però).
Sciogliete il burro nelle finferle e spegnete il fuoco.
Cuocete la pasta in acqua bollente salata.
Scolate, unite velocemente la pasta al sugo di finferle, saltatele brevemente e spolverizzate con prezzemolo, mescolate.
Servite le linguine al sugo di finferle accompagnandole con scaglie di formaggio stagionato.

pasta con finferle

1 commento:

Un blog senza commenti è come una torta senza zucchero... se ti va puoi addolcirlo con un pensiero, ma poiché sei passato di qui sono contenta lo stesso.

Instagram