Baklava a modo mio

martedì, gennaio 10, 2017




Il  Baklava è un dolce molto diffuso  in Asia Centrale, Turchia, Iran, Caucaso, Paesi arabi, Israele, Penisola Balcanica, molto ricco di zucchero, frutta secca e miele.
Provato più volte, l'ho trovato molto buono nel sapore, ma un pochino stucchevole.
Quando seguivo alla "lettera" la ricetta, per i miei gusti, risultava troppo  affogato nello sciroppo e quindi anche impresentabile nell'aspetto.
Non soddisfatta ho voluto fare di testa mia, diminuendo la dose (la mia teglia non è molto grande) dello sciroppo.
La frutta secca l'ho tritata grossolanamente con un coltello.

Per una teglia di cm 23 x 23

240 g di pasta phillo
150 g di gherigli di noci
100 g di mandorle
120 g di pistacchi
3 cucchiai di miele
60 g di burro sciolto per spennellare

Per lo sciroppo

120 g di zucchero
120 g di acqua
1 cucchiaio di miele
2 chiodi di garofano
½ stecca di cannella
strisce di una buccia d'arancia
succo di limone

Per prima cosa preparate lo sciroppo di zucchero facendolo sciogliere sul fuoco con l'acqua, il miele e gli aromi.
Lasciate bollire fino a formare uno sciroppo di media intensità.
Lasciatelo raffreddare, filtratelo  e tenetelo in frigorifero.
Tritate grossolanamente la frutta secca.
In una ciotola mescolate insieme le noci, le mandorle, i pistacchi e il miele.

Imburrate la pirofila, adagiate 5 fogli di pasta phillo e spennellate ognuno con il burro sciolto.
Cospargete con un terzo della frutta secca e continuate altre due volte con un foglio di phillo spennellato e il resto delle noci(3 strati).
Dopo l'ultimo strato di frutta secca ricoprite con altri 5 fogli di pasta phillo, sempre spennellando ognuno con il burro, compreso l'ultimo.
Con un coltello dalla lama tagliente incidete profondamente con dei tagli  nelle due direzioni in modo da ottenere dei rombi o dei quadrati.
Infornate per circa 30 - 40 minuti a 180°C, il tempo necessario per ottenere una bella doratura.
Togliete la pirofila dal forno e versate subito (sulla Baklava ancora calda) lo sciroppo freddo, in modo che entri bene nelle linee che avete tracciato con il coltello.
Lasciate raffreddare alcune ore prima di servire.



You Might Also Like

0 commenti

Un blog senza commenti è come una torta senza zucchero... se ti va puoi addolcirlo con un pensiero, ma poiché sei passato di qui sono contenta lo stesso.

Colazione da Jo. Powered by Blogger.

Like us on Facebook

Followers di Google+