Torta caprese


Torta caprese

Sulla torta caprese si raccontano tante storie… sembra che sia nata da uno sbaglio per poi diventare una specialità dell’isola di Capri e della Campania. Conosciuta in tutto il mondo al punto da essere definita “uno dei pasticci più fortunati della storia”.
Una volta cotta la torta deve rimanere umida al centro, perciò quando fate la prova stecchino, questo non deve risultare totalmente asciutto…
La consistenza della vera Caprese sarà morbida e umida, delicata al punto da sciogliersi in bocca, semplicemente deliziosa.

Stampo svasato di alluminio di Ø 20 cm

125 g di cioccolato fondente al 75%
125 g di burro
150 g di uova pesate senza guscio
130 g di zucchero semolato
1 cucchiaio raso di cacao amaro
1 cucchiaino di amido (equivalgono circa 5g)
185 g di mandorle tritate
1 scorza d'arancia non trattata
1 cucchiaio di Aurum o liquore di arancia.
80 g di albumi
burro per lo stampo
zucchero a velo

Prima di preparare il dolce ponete qualche ora le mandorle nel freezer, si triteranno più facilmente.
Sciogliete a bagnomaria il cioccolato spezzettato, aggiugete il burro e mescolate per renderlo liscio e vellutato.
Sbattete le uova con metà dello zucchero.
Unite al composto il cioccolato, la scorza di arancia e il liquore.
Unite le mandorle ridotte in polvere e mescolate delicatamnte.
Montate gli albumi a neve ferma con lo zucchero rimasto e amalgamateli al composto mescolando dal basso verso l'alto per non smontarli.
Versate il composto in uno stampo di 20 cm di diametro imburrato e infarinato, fate cuocere in forno già caldo a 180°C per 35 minuti circa.
Lasciate raffreddare la torta totalmente prima di estrarla, poi spolverizzatela con abbondante zucchero a velo.

Torta caprese

Nessun commento:

Posta un commento

Un blog senza commenti è come una torta senza zucchero... se ti va puoi addolcirlo con un pensiero, ma poiché sei passato di qui sono contenta lo stesso.

Instagram