Torta mantovana

martedì, febbraio 18, 2014

Torta mantovana


La classica torta della nonna ma molto più raffinata. La cottura deve risultare bassa, per questo ho messo come sempre, ma a maggior ragione questa volta, la misura della tortiera; deve anche risultare morbida e soffice ... non troppo biscottata. 
Questa torta, così semplice ma gradevole, è squisita con il caffè, con il the del pomeriggio e con il latte per i bambini.
* la mia ricetta si differenzia leggermente dalla Artusi: nelle uova e nell'aggiunta di poca fecola per renderla più friabile (togliendo però una piccola dose di farina). D'altra parte nelle ricette classiche ognuno ha la propria ricetta.

Presunta origine e curiosità tratta dal sito   Pixelpasticceria

Il nome della torta mantovana sembra sia legato a Isabella d'Este, marchesa di Mantova, che durante un viaggio verso Roma, ospite presso Papa Leone X, si fermò a Firenze alla corte dei Medici. 
Qui come ringraziamento per l'ospitalità ricevuta, Isabella lasciò proprio la ricetta della torta che si chiamò mantovana in suo onore e da Firenze si diffuse poi in tutta la Toscana, in particolare a Prato che ne fece la sua specialità.
La pasticceria Antonio Mattei di Prato, oltre a produrre i biscotti omonimi, prepara anche una famosa torta mantovana secondo la ricetta di Pellegrino Artusi *
Seguito tutto il procedimento, sarebbe un vero peccato sbagliare proprio alla fine, giusto? Attenzione alla cottura: per rimanere morbida e umida all'interno, dovete estrarre dal forno la torta mantovana appena cotta, altrimenti rischiate che si secchi troppo.

Ingredienti per una teglia Ø 24 cm

150 g di farina bianca
10 g di fecola di patate
2 uova + 2 tuorli
170 g di zucchero
150 g di burro
1 scorza d'arancia grattugiata
1 scorza di limone grattugiato
1 cucchiaino di lievito

Per guarnire
mandorle a lamelle
zucchero a velo

Sciogliete il burro e tenetelo da parte.
In un pentolino scaldate le uova e i tuorli con lo zucchero, sbattendo bene con una frusta fino a raggiungere la temperatura di 40°C (ormai uso sempre l'efficace metodo Montersino)
Mettete nella planetaria le uova scaldate e montatele con la frusta fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro.
Incorporate a mano nel composto di uova, mescolando dal basso verso l'alto delicatamente: la farina setacciata assieme alla fecola, il lievito e le scorze di agrumi.
Unite piano il burro sciolto, sempre mescolando dal basso verso l'alto.
Versate il composto nello stampo imburrato e infarinato, livellate bene e cospargete abbondantemente con le mandorle
Infornate a 170° C per 35-40 minuti. (fate la prova dello stecchino)
Fate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.

Torta mantovana con mandorle

etta di torta mantovana

Torta Mantovana

You Might Also Like

2 commenti

  1. complimenti sembra davvero molto buona , ne avevo sentito parlare ma non l'ho mai assaggiata .......felice domenica delle Palme

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria, confermo buona e semplice.
      Buona domenica anche a te!

      Elimina

Un blog senza commenti è come una torta senza zucchero... se ti va puoi addolcirlo con un pensiero, ma poiché sei passato di qui sono contenta lo stesso.

Colazione da Jo. Powered by Blogger.

Like us on Facebook

Followers di Google+