Castagnette con glassa all' arancia

sabato, febbraio 09, 2013

Castagnette con glassa all' arancia

Vado matta per tutti i dolcetti pugliesi avendoli assaggiati, tanto tempo fa, durante le vacanze in campeggio. Quando il tempo era brutto ci consolavamo con un vassoio pieno di pasticcini mandorlati e caramellati ... che buoni!
È carnevale, i dolci che vanno per la maggiore sono frittelle e frappe o chiacchiere che non tutti possono mangiare; per questo mi sono ricordata della bontà e della semplicità di questi bocconcini pugliesi cotti al forno, imparati dall'amica Bibi su    Cucinainsimpatia(  Il blog è stato chiuso).
Ve li  propongo con un' irresistibile glassa all'arancio, internamente aromatizzati con accostamenti molto attraenti:  cannella macinata al momento e cacao.
A proposito   si chiameranno ... castagnette o ... castagnole?

Ingredienti

200 g di farina
60 g di zucchero
15 g di cannella intera (macinata al momento)
1 uovo
40 g di olio
4 g di ammoniaca
1 cucchiaino di cacao in polvere

Per avere poco odore di ammoniaca in casa, mescolatela con pochissimo latte.
Macinate la cannella al momento, è importante per avere un aroma più fresco.
Mescolate la farina con la cannella, e il cacao.
Incorporate tutti gli ingredienti, se necessario aggiungete qualche cucchiaio di latte.
È importante lavorare a lungo l'impasto, in modo che risulti morbido ed elastico.
Fate dei cilindri e tagliateli a tocchi, poneteli sulla teglia da forno e infornate a 160°C ventilato per circa 10 minuti. Questo è il tempo e il calore che normalmente uso per cuocere i biscotti.
Lasciateli  raffreddare e immergeteli con una pinza nella glassa all'arancia.

Per la glassa all'arancia

1 albume
120 g di zucchero a velo
1 cucchiaio di Aurum (liquore all'arancia)
qualche goccia di succo di arancia

Le proporzioni della glassa sono di 1 : 4 
Peso di 1 di albume x 4 (peso dello zucchero a velo).
Montate l' albume, aggiungete lo zucchero a velo, il liquore e il succo d'arancia. 


Castagnette con glassa all' arancia

You Might Also Like

6 commenti

  1. quanto tempo che non le faccio! sempre bellissime le tue foto!
    un bacio, Bibi

    p.s. nessun dubbio sul nome: le castagnole sono tutt'altro dolce, fritto (tranne variazioni sul tema per renderle meno caloriche) e tipico del carnevale di molte regioni d'italia :-*

    RispondiElimina
  2. Grazie Bibi per i complimenti! per il nome, ho avuto un piccolo dubbio vedendo che sul web ci sono solo le nostre ricette con il nome "castagnette", grazie cmq per la conferma.

    RispondiElimina
  3. Grazie! io sono pugliese... e non li ho mai fatti! ai miei genitori piacciono molto, stasera ne parlavano e io ho pensato che invece che comprerli in pasticceria devo pur provare a farli io!
    Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, mi fa molto piacere che una pugliese testi le castagnette... fammi sapere ... nel bene e nel male! >:D<

      Elimina
    2. Wow!
      Questi nella mia famiglia si fanno da secoli e li amo, sono i nostri biscotti preferiti, tanto che la base di partenza è un chilo di farina! non meno!
      Forse proprio per il legame affettivo nonho mai pensato ad una variante, nonostante mi piaccia molto la combinazione arancio e cannella!
      Fortuna che ci sono le amiche Blogger che sono sempre finte di ispirazione continua, anche per quelle ricette che conosciamo e facciamo ad occhi chiusi!
      Bellissime le foto anche, complimenti e a presto!

      Elimina
    3. Grazie sei molto gentile Cle , a presto e buona giornata!

      Elimina

Un blog senza commenti è come una torta senza zucchero... se ti va puoi addolcirlo con un pensiero, ma poiché sei passato di qui sono contenta lo stesso.

Colazione da Jo. Powered by Blogger.

Like us on Facebook

Followers di Google+